I robot aspirapolvere, i migliori amici del pulito domestico

Come fare per avere una casa tirata a lucido? E senza sentirsi affaticate? La tecnologia ci viene in soccorso offrendo prodotti interessanti e utili come i robot aspirapolvere. Sono strumenti che si caratterizzano per la capacità di muoversi in autonomia, di ricarica, di accensione/spegnimento una volta giunti alla “stazione di ricarica”.

Tra i tanti modelli in commercio, il più diffuso è il Rumba della iRobot che a 25 anni dalla nascita è sempre il robot aspirapolvere più apprezzato come ci spiega l’articolo http://miglioriroomba.it.

 

Per scegliere tra le tante tipologie di modelli in commercio, si deve valutare anzitutto quanta superficie l’apparecchio riesce a coprire e questo rende determinante la valutazione della batteria.

In un’ora, infatti, il robot aspirapolvere può arrivare a coprire circa 40-45 metri quadri mentre in un paio d’ore può arrivare a coprire una superficie quasi doppia. La ricarica dunque rappresenta una voce importante da verificare perché è in funzione di questa che sapremo valutare il tempo che occorre per effettuare la pulizia del nostro spazio domestico.

 

Insieme a questi elementi va considerata anche la capacità del serbatoio che può variare da 200 ml per i robot con minima copertura di superficie trattata, fino a 500 ml per i robot in grado di coprire un’area più vasta, e una capacità anche superiore per gli apparecchi di fascia più alta. Insieme al serbatoio, la filtrazione gioca un ruolo particolare nella scelta del robot a causa della sempre maggiore diffusione delle allergie. I robot più economici hanno un solo livello di filtrazione mentre quelli con prestazioni maggiori arrivano ad avere 2-3 livelli ma i migliori sono i robot aspirapolvere che montano filtri HEPA preferiti da persone allergiche grazie alla capacità di questi filtri di assorbire la quasi totalità di particelle anche molto sottili, che provocano allergie.

 

La facilità di pulizia è l’altra considerazione da fare. I movimenti sono molto semplici: basta rimuovere il contenitore grazie ad un tasto di sblocco, e svuotarlo, lavare il filtro e il contenitore con acqua o qualche detergente liquido e lasciare asciugare rimontando tutto solo ultimata l’asciugatura.