Differenze fra un avvitatore elettrico per il ‘fai da te’ e uno ad uso professionale

Se c’è da fare un lavoretto in casa o si ha un progetto ‘fai da te’ può servire un avvitatore elettrico, un semplice arnese di uso domestico facile da usare e comodo da maneggiare, niente a che vedere con i modelli ad uso professionale dai costi e dalle performance nettamente superiori. Per gli amanti dell’hobbistica e dei piccoli interventi domestici l’avvitatore elettrico è uno strumento indispensabile ed economico, che si può trovare facilmente in commerci nei negozi di ferramenta o sui siti di e-commerce a prezzi abbordabili di poche decine di euro. La spesa varia, ovviamente, da modello a modello, gli ultimi avvitatori approdati sul mercato hanno anche opzioni più avanzate e non si limitano ad avvitare o svitare viti o bulloni, ma fanno anche altro, fra le opzioni extra più diffuse c’è la foratura che consente di forare i materiali più svariati con diverse misure di diametro del foro, dal legno ai materiali edili, come muri o mattoni, passando anche per i metalli più duri.

Ormai per ogni lavoro o lavoretto che sia, l’avvitatore elettrico non deve mancare nella cassetta degli attrezzi. Gli avvitatori più recenti sono in grado di raggiungere alte prestazioni grazie alla potenza del wattaggio e alla qualità degli strumenti più avanzati, riportati anche su www.avvitatoremigliore.it. Velocità e potenza sono i parametri che fanno la differenza nell’acquisto di un buon avvitatore, poi c’è il corredo di accessori forniti nel kit che include una collezione di punte da usare a seconda del tipo di vite o bullone da trattare, in caso di viti arrugginite si consiglia di utilizzare la punta ‘1’ per andarci piano, pur a elevata potenza, altrimenti si rischia di lesionare lo strumento.

Particolare attenzione va poi prestata anche alla batteria, che nei modelli migliori è fornita duplicata con una unità extra di riserva. Da batteria a batteria, variano anche i tempi di ricarica, le più veloci si ricaricano in meno di un quarto d’ora, in più consumano pochissimo, sempre compatibilmente con i modi d’uso. Per lavoretti saltuari in casa anche gli avvitatori di fascia bassa potranno soddisfare le aspettative, se invece si necessita di avvitatori elettrici più potenti e performanti meglio scegliere i modelli a due batterie.